Scorci

Lo sguardo più efficace per cogliere l'inedito non è quello frontale: è quello di sbieco. Racconti, ricerche, frammenti di storie che ci mostrano un passato che non avremmo immaginato e che pure continua a riguardarci.  

Il 20 settembre del 1870 l'ingresso dell'esercito italiano in Roma attraverso la breccia aperta nelle mura a Porta Pia sancisce l'annessione della città e del territorio circostante al Regno d'Italia, mettendo fine di fatto al potere temporale del papa. Anche se la memoria di questo evento si è ormai spenta, rievocarne le vicende a 150 anni di...

La notte tra il 22 e il 23 agosto 1927, dopo un processo con un impatto mediatico impressionante, vengono assassinati i due anarchici italiani, diventando un simbolo internazionale della lotta contro l'oppressione. Soltanto mezzo secolo dopo verrà riconosciuta l'ingiustizia commessa ai loro danni.

Non è possibile sfogliare l'album storico, politico e sociale degli anni Settanta senza analizzare la proposta berlingueriana del «compromesso storico» e la relativa politica dei "tempi lunghi" di Aldo Moro, le cui elaborazioni si scontravano con i limiti sanciti dal sistema della Guerra fredda.

A centosessant'anni dall'impresa garibaldina partita da Quarto (Genova) il 5 maggio 1860, i cosiddetti "Mille di Marsala" sono soltanto delle vecchie foto sbiadite. Ma forse, a uno sguardo più attento, quell'evento e le tante persone che lo hanno vissuto hanno ancora qualcosa da dirci sui percorsi tortuosi di un immaginario che persiste ancora...

Quarant'anni fa moriva Josip Broz, stratega e protagonista indiscusso della lotta partigiana, ritagliò una collocazione fuori dai due blocchi per la Jugoslavia socialista di cui era stato l'artefice. Il paese che Tito, non senza contraddizioni, aveva contribuito a far nascere si sarebbe disgregato a un decennio dalla sua morte.