Marco Meotto

Marco Meotto

Picture of the author

Livorno 1921. Cercando la rivoluzione

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Il centenario della fondazione del Partito Comunista d'Italia può essere l'occasione per restituire alla dimensione della complessità i retroscena e i processi storici che condussero alla scissione tra le fila dei socialisti 
Picture of the author

Fiume ribelle? Un’altra storia, un altro mito

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Esiste un'altra immagine dei sedici mesi di occupazione dannunziana della città del Quarnaro, quella dell'esperimento sociale artistico e sovvertitore di costumi.  Quali sono le ragioni di questo mito alternativo? Quali i fondamenti storici?
Picture of the author

Un “negro” scalzo conquista Roma. L’impresa di Abebe Bikila nell’anno dell’Africa

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Il trionfo nella maratona delle Olimpiadi di Roma - sessant'anni fa - dell'ex suddito dell'Impero mussoliniano è denso di rimandi simbolici e permette di gettare uno sguardo sui processi storici in corso nel 1960.
Picture of the author

“La vita è bella”. Trockij e il sogno interrotto della rivoluzione permanente

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Ottant'anni fa veniva assassinato nell'esilio messicano il rivoluzionario che insieme a Lenin aveva condotto i bolscevichi alla vittoria. Perseguitato da Stalin, si era sempre opposto all'idea che la rivoluzione potesse essere rinchiusa dentro i confini nazionali e aveva denunciato le degenerazioni burocratiche del sistema sovietico.
Picture of the author

Senza sogni. Saccheggi e disordini nei ghetti in rivolta

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Esiste lo stereotipo secondo cui la violenza dei 'riots' danneggerebbe le rivendicazioni legittime che stanno alla base dei moti di indignazione. La storia dei tumulti nei ghetti nordamericani negli anni Sessanta ci spiega che dividere i manifestanti tra una parte di "buoni e pacifici" e una di "cattivi e violenti" è una semplificazione ideologica che rifiuta di fare i conti con le contraddittorie articolazioni dei fenomeni sociali.
Picture of the author

Il piombo degli anni e i conti con il passato

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Strategia della tensione e terrorismo politico occupano uno spazio differente nell'immaginario pubblico: il cortocircuito tra memoria e storia rende difficile la comprensione diffusa delle ragioni e delle passioni che connotarono un'epoca storica complessa e non riducibile a etichette schematiche.
Picture of the author

La Resistenza che c’era e che non c’è. Storie di anarchici, sottoproletari, internazionalisti

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Nel quadro delle commemorazioni del 25 aprile, manca uno sguardo che sappia includere anche coloro che, pur ai margini o fuori dal CLN, seppero dare un contributo importante alla liberazione del paese e offrirono un esempio efficace di coerenza tra ideale e azione.
Picture of the author

La libertà a contratto: servi e schiavi nel Settecento illuminista

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Dove sta il confine tra libertà e schiavitù? Uno sguardo all'età moderna tra servi bianchi nelle Americhe e schiavi africani in Europa.
Picture of the author

Il mito del villaggio immobile

Marco Meotto
Marco Meotto
,
A lungo si è sostenuta l'idea che l'Europa moderna fosse costituita da "villaggi immobili". Le acquisizioni della ricerca ci spiegano che non è così. L'homo sapiens - da quando esiste - è sempre stato anche "homo migrans".
Picture of the author

Operaie ribelli nell’Urss di Stalin

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Spesso le rivendicazioni femminili sono presentate senza legami con le questioni lavorative. Eppure non ci sono problemi di genere che non siano anche problemi di classe e viceversa. Anche le vicende delle operaie sovietiche ce lo dimostrano.
Picture of the author

Dagli all’untore. La peste tra Seicento e Settecento

Marco Meotto
Marco Meotto
,
Il dibattito sulle epidemie e sulle misure per contrastarne la diffusione è onnipresente sui mezzi di comunicazione. Vale la pena provare ad affrontarlo anche adottando uno sguardo storico.

La ciurma

Viviamo in un'epoca in cui imperversa la "dittatura del presente", in cui il passato è imbalsamato ed è un semplice guardiano dell'esistente. Così nello spazio pubblico e nel senso comune il ricorso alla storia serve troppo spesso per legittimare l'ordine del discorso dominante.

Crediamo fermamente nella necessità di ridefinire l'orizzonte pubblico della storia, ribadendo la natura dinamica e processuale del passato.

Unisciti a noi